Il termine Calisthenics deriva dalle parole greche kalòs (καλός), che significa bello, e sthénos (σθένος), che significa forza. Il Calisthenics può essere inteso come sport o come disciplina fitness (finalizzata a migliorare il proprio corpo). Lo sport prevede il raggiungimento di abilità, forza ed equilibrio a corpo libero. L’atleta o il praticante a livello amatoriale deve saper svolgere correttamente gli esercizi di base (trazioni, piegamenti sulle braccia, dips e diversi esercizi per gli addominali) per poter padroneggiare le abilità più difficili, dette “SKILLS”; tra queste vi sono handstand, back lever, front lever, human flag, muscle up, planche oap, ted e maltesi. A tale scopo sono necessari molti anni di allenamento attraverso varie propedeutiche. Ogni skills ha un preciso grado di difficoltà tecnica e richiede un certo livello di forza; per poterla acquisire bisogna possedere determinati requisiti.

Il Calisthenics è spesso usato come allenamento funzionale, in quanto non solo dona un fisico tonico e snello, ma consente anche un totale miglioramento delle prestazioni fisiche. Inoltre è adatto a tutti (uomini, donne e bambini). Per ginnastica callistenica si intendono sia esercizi leggeri eseguiti a corpo libero a scopo di riscaldamento da soggetti in condizioni normali oppure a scopo di riabilitazione motoria per soggetti molto decondizionati (anziani, convalescenti, persone molto sedentarie), sia esercizi di livello medio o alto svolti su attrezzi (ad esempio sbarre per trazione e spalliere) oppure a terra utilizzando come carico il peso stesso del proprio corpo. In breve, si tratta di un tipo di ginnastica che non richiede costose attrezzature e si adatta progressivamente a qualsiasi livello atletico. Nelle sue varianti è stato ed è praticato principalmente nell’Europa dell’Est, all’interno di scuole, palestre private, corpi militari, nonché autonomamente da un numero non precisabile di singoli e gruppi.

Negli ultimi anni il Calisthenics si sta diffondendo in tutto il mondo. Alcuni enti pubblici hanno inserito attrezzature specifiche nel percorso vita della città cui appartengono, come ha fatto il Comune di Alba nel parco sito in località San Cassiano. Non mancano, inoltre, le aziende private che investono risorse finanziarie nella promozione di questa disciplina sportiva organizzando meeting, gare nazionali e internazionali dotate di un proprio regolamento, corsi privati, ma anche effettuando la vendita di attrezzatura e abbigliamento tecnico.Attualmente il Calisthenis non è una disciplina olimpica, non ha ancora una Federazione italiana, ma è uno sport riconosciuto dal CONI.La reciproca influenza e le somiglianze tra varie tipologie di attività fisica e l’ampia gamma di esercizi e di livelli di difficoltà che confluiscono sotto la denominazione di ginnastica callistenica rendono complesso e forse anche controverso delineare brevemente un quadro storico corretto. Partendo dalle pratiche ginniche degli atleti dell’antica Grecia, si giunge ai primi decenni del XIX secolo con personaggi quali Friedrich Ludwig Jahn (considerato il padre della ginnastica artistica agli attrezzi), Pehr Henrik Ling (ritenuto il fondatore della ginnastica svedese), l’educatrice americana Catharine Beecher, l’insegnante francese Georges Hébert (fondatore dell’Hebertismo o Metodo naturale). Successivamente il bagaglio tecnico-scientifico di questa disciplina si è arricchito delle conoscenze più recenti nell’ambito del fitness, così la pratica è stata aggiornata e razionalizzata.

Contattaci

Contattaci qualsiasi momento e uno dei nostri rappresentanti di servizio clienti risponderà al più presto possibile

2 + 11 =